15 feb. 2014

Elezioni, che seccatura. Le arrampicature costituzionali di Rocca in soccorso dell'amico Renzi (soddesinistracosì) sono encomiabili, e il ricordarci che in Italia i governi non si eleggono vale almeno il fumo della sigaretta nel quarto d'ora accademico prima della lezione di diritto pubblico. Non c'è dubbio che il sindaco di Firenze possa tecnicamente diventare presidente del consiglio per designazione quirinalizia, proprio come i suoi due predecessori. Forse però quel che i giornali (anche anglosassoni) vogliono suggerire è che se per una volta perfino da noi un nuovo premier passasse dal voto prima che da Napolitano, ecco non sarebbe poi così scandaloso. Anche perché se invece di Monti/Letta/Renzi la successione fosse stata Berlusconi/Maroni/Alfano, vi lascio immaginare i costituzionalisti.

No hay comentarios:

Publicar un comentario