31 may. 2010

Beati gli esperti di economia domestica. Che amano la cautela, non propendono mai per nessuna ipotesi ma se proprio li tirate per la giacchetta, se proprio devono sbilanciarsi, se proprio volete che che si espongano, tendono ad inclinarsi in direzione ostinata e contraria a Gerusalemme. Ma è solo un venticello, sono analitici loro.
Il modello editoriale del futuro/23. Riusciranno i nostri eroi a citare una fonte che non siail più equilibrato e liberal dei quotidiani israeliani” (alias Haaretz, noncuranti dell’ossimoro) sulla vicenda israeliana?
Certezze in negativo. Io non so come sia andata. Ma so che non è andata come la raccontano i media.
Oggi è il nonsonoantisemitaperò-day.
Il modello editoriale del futuro/22. Sostieni la Roma e lo scudetto lo vince l’Inter. Lanci in orbita Mockus e le elezioni le vince Santos. C’è ancora il ballottaggio, comunque. Magari però stavolta copiate meglio.

19 may. 2010

Capirsi un po'. Dave Cameron e Nick Clegg ieri a Downing Street. Al centro, il traduttore.

17 may. 2010

La legittimità a governare (e a sparare). Un notevole approfondimento (con filmati, interventi e polemiche da studio a corredo) sulla battaglia di Bangkok, curato da Al Jazeera. Consigliato a chi non si sia ancora rassegnato a non capirci niente:

15 may. 2010

Pistole, telecamere, twitter e sangue/2. Secondo giorno di scontri a Bangkok. La cronaca. In 140 caratteri da Andrew Marshall, Richard Barrow, Alastair Leithead e molti altri.



"Live firing zone" attorno alle camicie rosse.
Shopping with camera zone.
Settori della polizia si schierano con i manifestanti:

Shooting between police and army personnel was also reported at several locations, as policemen joined the side of the anti-government demonstrators.
Aspettando il coup de theatre.

14 may. 2010

Pistole, telecamere, twitter e sangue. In questo momento è in corso una battaglia nelle strade di Bangkok. La raccontano Andrew Marshall, Dan Rivers, Richard Barrow, Alastair Leithead e molti altri.
Un mio pezzo dell'anno scorso, quando mi facevano ancora scrivere.
Chi ha sparato al generale?
Il riassunto della giornata secondo la BBC.
Gli pseudo-realisti da salotto che dicevano che il golpe del 2006 alla fine non era poi così male dovrebbero riflettere sulla loro assoluta mancanza di prospettiva. E non perché si stia assistendo ad una lotta di buoni (il popolo) contro cattivi (il governo e l'esercito). Non è questa la Thailandia di oggi. Ma piuttosto perché quei carri armati per le strade di Bangkok furono la pietra tombale di un equilibrio politico e sociale faticosamente preservato allora e perso oggi per chissà quanto tempo.
Uno dei leaders delle camicie rosse avverte che la notte sarà lunga.
Nei commenti a questo post molte notizie interessanti.
Mappa di Bangkok con i punti caldi della città, un lavoro impressionante.
Quando si dice essere sulla notizia. Michael Yon, che normalmente invia i suoi dispacci dal dopoguerra afghano, adesso si trova a Bangkok.
Non sono così ottimista sui seguaci di Thaksin come l'autore di questa analisi, ma vi consiglio di leggerla con attenzione per capire certe dinamiche apparantemente indecifrabili da questa parte del mondo.
Il servizio di Dan Rivers sulla CNN, in cui si vede tra l'altro il ferimento di un giornalista canadese.
Qui il liveblogging, giorno per giorno.
Stato di emergenza in 15 province.
Le richieste dei rossi, formulate nel solito tono conciliante.

8 may. 2010

Compagne di scuola.