23 oct. 2013

Meno male che c'è Barack. Non riesco proprio a non pensare a cosa sarebbe oggi questa storia delle conversazioni intercettate dalla NSA se alla Casa Bianca non ci fosse il più grande presidente nero della storia americana ma il suo predecessore. Pensate ai titoli: "Merkel umilia Bush", "La rete di sorveglianza mondiale del texano", "Cosa resta degli Stati Uniti dopo questa amministrazione?", "Tutti spiati dal guerrafondaio di Washington". E invece.

No hay comentarios:

Publicar un comentario