4 oct. 2012

Negli intervalli gridava mamma. Posto che normalmente chi perde i dibattiti poi vince le elezioni, è bastato uno come Romney per ridimensionare il presidente più sopravvalutato della storia. L'impatto è stato forte soprattutto per i media, assuefatti all'immagine che in questi anni hanno creato, truccato, venduto di Obama. Non c'è dubbio che la macchina si rimetterà in moto prestissimo per cercare di ribaltare la brutta figura del premio Nobel e per coprire di scherno quella del suo avversario. Ma, ripeto, se è stato sufficiente un repubblicano piccolo piccolo per far sudare freddo il più grande presidente nero mai eletto, aumentano esponenzialmente le possibilità che da qui a novembre un'altra delle grandi menzogne della sinistra sia svelata.

No hay comentarios:

Publicar un comentario