24 sept. 2011

Per non uscirne. Il pomeriggio era un po' moscio in redazione, Sofri non aveva ancora ordinato le pizze, Sky non funzionava e Costa aveva dimenticato a casa il calciobalilla. Poi è arrivata la gaffe della Gelmini e al Post hanno cominciato a toccarsi. Risultato dell'orgia di testosterone: un pezzo compìto compìto, bacchettone bacchettone, superiore superiore, ditino alzato ditino alzato, indignato indignato, per spiegare che così proprio non si può andare avanti, che non c'è nessun tunnel, che ve lo diciamo noi come si fanno i comunicati. A leggerlo non puoi crederlo che si prendano così sul serio questi della sinistra 'sticazzi. Non puoi credere che il giornalismo sia diventato questa cosa qui, che i figli dei padri che sbagliano vengano invitati alle tavole rotonde come guru dell'informazione, che la generazione iosotutto e tu sei una merdaccia (di destra) impartisca lezioni un giorno sì e l'altro pure senza il minimo senso del ridicolo. Quando sento Gelmini mi intristisco. Ma quando penso che dove avevamo Benedetto Croce adesso abbiamo gli amici di Fabio Fazio, mi viene da farlo davvero il tunnel. Per non uscirne.

No hay comentarios:

Publicar un comentario