28 ago. 2011

Incompatibili. Quando sarà finita, se finirà, sarò felice per i libici come lo fui per gli iracheni 8 anni fa. Non c'è bisogno di dirlo. Quando sarà finita, però, bisognerà anche ripetere finché basti (ma non basterà mai) che molti di quelli che oggi inneggiano ai fantastici 4 (Obama, Cameron e annessi) per aver liberato la Libia dal dittatore, otto anni fa insultavano come assassini quelli che liberavano l'Iraq da quell'altro dittatore. Di questi alcuni (pochi) avranno compiuto un percorso di maturazione personale, e a loro andranno la mia comprensione e perfino un briciolo di stima. Ma i più, semplicemente, avranno solamente espresso al meglio la loro natura di ipocriti. Ecco, so che è un sogno irrealizzabile, ma io con questa gente vorrei non aver nulla a che fare, mai più. Perché sono i peggiori di tutti, l'essenza di una mentalità profondamente corrotta dal politicamente corretto, dalla menzogna ideologica e dall'opportunismo codardo. Normalmente stanno a sinistra. E se qualcuno si offende non è colpa mia. Stessa mentalità corrotta e ideologia da codardi dimostrata dai facinorosi che, vengo a sapere, nei giorni scorsi hanno insultato e aggredito per le strade di Madrid i partecipanti cattolici alla giornata della gioventù, con la presenza del Papa. Credo che questo paese, la Spagna, non sia mai caduto così in basso in democrazia. Anche qui, otto anni di anticlericalismo governativo e di sequestro civile ad opera della progresía illuminata hanno dato i loro frutti. E se qualcuno si offende non è colpa mia.
La sinistra (socialista, europea) è incompatibile con la democrazia liberale. Ecco, l'ho scritto. Se per caso un giorno me lo dimentico.

No hay comentarios:

Publicar un comentario