7 nov. 2012

Contenti voi. Condivisibile il commento di Federico Punzi sulla riconferma di Obama, salvo per un aspetto: il candidato repubblicano centrista, moderato, quasi fusionista, serve solo a perdere bene contro un liberal dalle caratteristiche simili, mai a vincere. L'ansia da moderazione che ha investito i supporters di Romney nell'ultimo periodo ha di fatto garantito la riconsegna dell'America al suo avversario. Se ti trovi davanti un democratico scaltro e col vento della stampa in poppa e rinunci a galvanizzare le folle, arrivi secondo.

1 comentario:

  1. è la storia della coperta troppo corta: se rinunci a galvanizzare le folle, arrivi secondo; ma in questo caso ci arrivi anche se le galvanizzi, perché la novità è che l'elettorato americano, anche quello indipendente, in questo momento storico è più disponibile al big government e meno sensibile alle parole d'ordine conservatrici. Insomma, è complicato da qualsiasi punto di vista.

    Molte analisi rimproverano al Gop di essersi appiattito su destra religiosa e Tea Party, il che gli avrebbe fatto perdere le minoranze e gli indipendenti. Vero che ha perso minoranze, ma Romney non era certo l'uomo della destra religiosa e dei Tea Party. Eppure ha perso. Quando invece il Gop si è presentato in quel modo, ha vinto le midterm.
    Saluti

    ResponderEliminar