23 ago. 2012

Gandhiani e vincenti. So che il tema non interessa a nessuno ma la decadenza civile di un paese si vede anche da dettagli come quello che segue. Come previsto, il ministro dell'interno spagnolo ha annunciato l'applicazione di misure carcerarie di favore per l'etarra in gravi condizioni di salute. Formalmente è vero che si è rispettata la legge, e che il mantenerlo in galera a tempo pieno avrebbe violato lo stato di diritto. Ma questa è solo una parte della storia, quella che i terroristi hanno preteso di raccontare con la solita compiaciuta complicità della carta stampata. La parte su cui nessuno si sofferma è invece quella del ricatto. Il ricatto di uno sciopero della fame proclamato per primo dal diretto interessato e a cui si sono aggiunti - almeno nelle dichiarazioni - un centinaio di detenuti per terrorismo. Da qui il corto circuito intellettuale e giuridico: lo stato ha applicato la legge solo in risposta alla pressione dei terroristi. Nel momento in cui il ministro dell'interno dichiara di aver rispettato le regole dello stato di diritto, in realtà ne sancisce la sconfitta: l'etarra malato esce di prigione non come naturale conseguenza di un procedimento legale ma a seguito di una vittoriosa campagna propagandistica supportata dalla maggioranza della stampa nazionale. Se questo è uno stato di diritto.

1 comentario:

  1. Mi viene in mente un paragone con il vecchio episodio in Italia della liberazione di Priebke. Era stato liberato, ma le urla,le proteste,la violenza della folla erano state tali che il ministro,mi pare fosse Flick, annullò la decisione e lo incarcerò di nuovo. Nessuno protestò allora,così come nessuno protesta adesso. La giustizia e l'onestà non sono cose di questo mondo.

    ResponderEliminar